Il 2018 "Anno europeo del patrimonio culturale"

01/06/2017

Europa

anno europeo 2018

2018 Anno Europeo del Patrimonio Culturale

L’ Unione Europea promuove molteplici attività che avvicinano l’Europa ai suoi cittadini. Sembra diventato improrogabile partire da una più approfondita conoscenza delle sue principali attività volte a favorire l’avvicinamento e la partecipazione delle istituzioni europee ai cittadini. Esse si configurano come: Strategie (La nuova strategia europea per le relazioni culturali internazionali), Strumenti di finanziamento (Programmi europei e internazionali) e Iniziative (Anno europeo, Dialogo con i cittadini,Diritto d’iniziativa dei cittadini europei, ecc.).

Tra le principali Iniziative UE è opportuno segnalare  l’Anno europeo. Dal 1983, ogni anno, l'Unione europea sceglie un determinato tema al fine di sensibilizzare i cittadini europei e di richiamare l'attenzione dei governi nazionali su una questione specifica.

Data la costante attenzione e sensibilità da parte dell’Unione Europea nei confronti dei  cittadini è stato designato il 2018 "Anno Europeo del Patrimonio Culturale" che sarà dedicato alla promozione della diversità culturale, del dialogo interculturale e della coesione sociale. L’impegno si rivolgerà ad evidenziare il contributo economico dei beni culturali per i settori culturali e creativi e a sottolineare il ruolo del patrimonio culturale nelle relazioni esterne dell’Ue, tra cui la prevenzione dei conflitti, la riconciliazione post-conflitto e la ricostruzione del patrimonio culturale eventualmente distrutto.

La Decisione UE 2017/864 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 maggio 2017, relativa all'Anno europeo del patrimonio culturale 2018 è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea, il 20 maggio 2017. Portale EUR-Lex: http://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/?uri=OJ:L:2017:131:TOC

La finalità dell'Anno europeo è di incoraggiare la condivisione e la valorizzazione del patrimonio culturale dell'Europa quale risorsa condivisa, sensibilizzare alla storia e ai valori comuni e rafforzare il senso di appartenenza a uno spazio comune europeo.

Obiettivi generali

Gli obiettivi generali dell'Anno europeo sono rivolti ad incoraggiare e sostenere l'impegno dell'Unione Europea, degli Stati membri e delle autorità regionali e locali, in cooperazione con il settore del patrimonio culturale e la società civile in senso lato, inteso a proteggere, salvaguardare, riutilizzare, rafforzare, valorizzare e promuovere il patrimonio culturale dell'Europa. 

La Commissione europea per l’”Anno Europeo del Patrimonio Culturale” si pone, in particolare, i seguenti obiettivi generali:

  • contribuisce a promuovere il ruolo del patrimonio culturale dell'Europa quale componente essenziale della diversità culturale e del dialogo interculturale;

  • rafforza il contributo del patrimonio culturale dell'Europa alla società e all'economia;

  • contribuisce a promuovere il patrimonio culturale come elemento importante delle relazioni tra l'Unione e i Paesi terzi.

Obiettivi specifici
Agli obiettivi generali, si aggiungono altri 14 obiettivi specifici che sono compresi nell’art. 2 della Decisione UE 2017/864.

Misure

Le misure che devono essere adottate per conseguire gli obiettivi generali e specifici comprendono le seguenti attività a livello di Unione , a livello nazionale, regionale o locale:

a)

iniziative ed eventi intesi a promuovere il dibattito, a sensibilizzare all'importanza e al valore del patrimonio culturale e a facilitare il coinvolgimento di cittadini e portatori di interessi;

b)

informazioni, esposizioni e campagne di istruzione e sensibilizzazione per trasmettere valori quali la diversità e il dialogo interculturale attraverso prove del ricco patrimonio culturale dell'Europa e stimolare il contributo del pubblico alla protezione e alla gestione del patrimonio culturale e, più in generale, al conseguimento degli obiettivi dell'Anno europeo;

c)

condivisione di esperienze e di buone pratiche da parte di amministrazioni nazionali, regionali e locali e di altre organizzazioni e la diffusione di informazioni sul patrimonio culturale, anche attraverso Europeana;

d)

lo svolgimento di studi e di attività di ricerca e innovazione e la diffusione dei loro risultati su scala nazionale o europea; e

e)

la promozione di reti e progetti collegati all'Anno europeo, anche attraverso i media e le reti sociali.

Bilancio

La dotazione finanziaria per l’attuazione del programma per il periodo compreso tra il 1 gennaio 2018 e il 31 dicembre 2018 è fissata a 8 milioni di euro

Approfondimenti:

Sito web ”2018 Anno Europeo del Patrimonio Culturale”: https://ec.europa.eu/culture/european-year-cultural-heritage-2018_en

Documentazione:

La Decisione UE 2017/864 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 maggio 2017, relativa all'Anno europeo del patrimonio culturale 2018 è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea, il 20 maggio 2017. Portale EUR-Lex: http://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/?uri=OJ:L:2017:131:TOC